Autorizzazioni beni paesaggistici

E’ necessario richiedere l’autorizzazione paesaggistica prevista dall'art 146 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio per eseguire interventi su beni paesaggistici sottoposti a tutela, ovvero immobili ed aree ricadenti in aree per le quali è stato dichiarato notevole interesse pubblico con apposito decreto ministeriale (art. 136) o in aree tutelate per legge (art. 142).

Non è necessario richiedere la suddetta autorizzazione per gli interventi definiti dal comma 1 dell’art. 149: interventi che non alterino lo stato dei luoghi e l’attuale aspetto degli edifici nonché le attività silvo-pastorali.

La Soprintendenza esprime un parere vincolante nel corso dei procedimenti.

Le richieste devono pervenire dalla Regione Liguria o dall'Ente locale da essa delegato, corredate da atti progettuali di livello almeno definitivo, completi di relazione paesaggistica e di documentazione fotografica (D.P.C.M. 12/12/2005)

E’ possibile richiedere l’accertamento di compatibilità paesaggistica, rimanendo ferme le sanzioni previste dall’art. 181 del Codice, per interventi eseguiti in mancanza di autorizzazione paesaggistica o di esecuzione di lavori in difformità da questa, solo nei casi elencati dal medesimo art. 181; anche in questo caso la Soprintendenza esprime  un parere vincolante.

Le modalità di presentazione dell’istanza sono analoghe a quelle per l’autorizzazione paesaggistica ai sensi dell’art. 146.